A tu per tu con Daniele Colognesi, presidente del Ticinia Novara

Nel momento di sospensione dei principali campionati sportivi italiani, abbiamo intervistato il Presidente del Ticinia Novara Daniele Colognesi, che ci ha detto la sua a riguardo. Ecco un estratto dell’intervista:

Come state vivendo lei e la squadra la situazione di sospensione forzata dell’attività sportiva?

“Come tutti, un po’ “spiazzati” all’inizio della pandemia. Poi, cercando di organizzarsi al meglio per permettere ai nostri tesserati di fare attività a casa. Le nostre sono state proposte settimanali di lavoro facoltativo: una parte fisica e una parte tecnica, da svolgere giornalmente e tenendo conto dell’ambiente e degli spazi di ognuno”.

Cosa pensa del dibattito attorno alla ripartenza del mondo sportivo?

“I dibattiti fanno capire meglio la realtà del paese e il momento delle società sportive, ma soprattutto possono aiutare a farsi un’idea su come ripartire e sui tempi della ripresa. Personalmente ci sarebbe una gran voglia di tornare presto in campo, penso però sia molto prematuro fare delle ipotesi. Gli attuali decreti ministeriali non permettono attualmente la nostra ripartenza, questo è un dato di fatto. Troppe le responsabilità per i presidenti e i medici delle società ed è comunque giusto mettere al primo posto la salvaguardia della salute”.

Quale pensa possa essere la soluzione più corretta per il calcio a 5 AMF?

“Avendo già espresso il mio pensiero riguardo alla ripartenza delle attività, non entro in merito a decisioni che spettono ai dirigenti federali. Sicuramente, come per tutte le discipline, il Futsal AMF farà tutto il necessario per farlo il prima possibile, rispettando i decreti che sono più restrittivi per una disciplina indoor”.

La sospensione ci pone davanti ad alcune riflessioni: può rappresentare una svolta per organizzare il rilancio del calcio a 5 AMF?

“Certamente potrebbe essere un momento importante. Si potrebbero aumentare il numero di squadre, sfruttando la possibilità televisiva e il difficile momento delle società impegnate in attività FIGC. Sono solo delle ipotesi, non ci sono certezze ma, col tempo, si potranno avere risposte”.

Quali auspici ed obiettivi ha per la prossima stagione?

“Durante questo stop forzato, abbiamo pensato a una riorganizzazione societaria del Ticinia Novara. Fabrizio Pavan sarà responsabile delle attività di Football Sala e Gerry Bestetti delle attività Special, partirà infatti una Scuola Calcio per atleti con disabilità. Per quanto riguarda gli obiettivi sportivi, dopo le ultime trionfali stagioni, si cercherà di confermarsi”.