Un sabato dai molti volti per gli amanti del Futsal

Sabato 28 ottobre è stata una giornata ricca di impegni in casa FIFS. La Nazionale Femminile, nella mattinata, dalle 10 alle 12, si è allenata molto duramente in vista del Mondiale di Balaguer che si terrà tra meno di un mese (dal 19 al 25 novembre). Una seduta davvero intensa sia a livello fisico che mentale per le Azzurre, che iniziano a sentire nelle gambe e nella testa quella frenesia di chi non vede l’ora di mettersi in gioco in un appuntamento sportivo senza eguali. Tanti esercizi di tecnica e di tattica, per poi concludere con una partitella, che ha fatto intendere appieno la bellezza di questo sport, in cui, come ripete spesso il CT Del Giudice: «non esistono titolari e riserve, ma solo tasselli fondamentali di un puzzle chiamato Squadra». Dopo l’allenamento, la pausa pranzo è stata utile a ricordare quanto siano importanti  anche le dinamiche fuori dal campo, in grado di generare quella coesione e affiatamento che fanno la differenza anche sul parquet. Lo staff tecnico al completo, con professionisti come William Rossi e Luca Leo Corti a fianco del CT Del Giudice, rappresentano la serietà e l’impegno di un progetto che troverà la sua realizzazione in terra spagnola.

Le Azzurre durante il Raduno del mattino

Nel pomeriggio è stato organizzato un torneo triangolare misto da 30 minuti non effettivi a partita. Un test importante soprattutto per la Nazionale Femminile che ha avuto l’opportunità di misurarsi contro team maschili di ottimo livello. Una scelta non casuale quella di optare per un torneo misto, che nasce dalla volontà di proporre alle Azzurre una maggiore intensità nella costruzione del gioco e nella fase difensiva. La prima gara ha visto scendere in campo le Azzurre contro la squadra de Las Palmas Milano. Una bella e coraggiosa prestazione delle Nazionale Femminile che ha trovato il vantaggio con l’esperta Manuela Tolda, capace di resistere a un pesante contrasto di gioco per poi andare a concludere in rete da pochi passi. Il team de Las Palmas non è riuscito nell’immediato a trovare il pari, sono servite diverse occasioni di gioco, tra cui due pali, per giungere al pareggio con Davide Scopelliti, autore di una doppietta. In rete anche Marco Galoppo, il capitano Giovanni Checola e Luca Passaretta, che chiudono la gara sul 5 a 1 per la formazione in maglia bianca guidata da Mr. Fabrizio Ghittino.

I due capitani Giovanni Checola e Benghalina Tihsler

La seconda partita ha visto sfidarsi l’Academy FIFS C20 contro Las Palmas, una partita molto intensa e dai toni accesi come dimostrano i due tiri liberi per falli cumulativi di squadra a favore de Las Palmas. I ragazzi dell’Academy di Mr. Federico Caliri sono stati sconfitti di misura per 4 reti a 3. Evidente l’importanza dei numeri 10 delle due formazioni, entrambi a segno con una doppietta: Stefanetti Matteo per l’Academy e Davide Scopelliti per Las Palmas. Una Academy che ha provato in campo nuovi giocatori, portando continuità a un processo di selezione che continuerà in vista delle Qualificazioni Europee. Dalla gara emerge la grande voglia dei ragazzi di volersi guadagnare un posto in rosa, complice forse una minore lucidità e un poco di ingenuità, i ragazzi della C20 sono stati puniti da due reti nel finale di Fabio Comino e Mirko Abbate.

L’Academy C20 in difesa contro Las Palmas Milano

La terza e ultima gara ha visto come rivali sul parquet la Nazionale Femminile contro l’Academy FIFS C20, una sfida utile per entrambe le squadre per motivazioni differenti. L’amichevole termina 6 a 1 per la formazione maschile trascinata dal solito Stefanetti e da una bella doppietta di Antonio Muscatello. Per le ragazze, reduci da una giornata molto dispendiosa a livello fisico e mentale, segna Elena Gerosa, simbolo della volontà di non arrendersi che è stata presente nelle Azzurre nell’arco di tutta la giornata. Nel finale della gara Chiara Dinatale, tenta uno splendido pallonetto ai danni del portiere Michele Pasetto che si trovava fuori dai pali, ma la palla finisce fuori di un niente. Il boato del PalaCairoli dimostra quanto le Azzurre, nonostante il risultato a sfavore, abbiano continuato a cercare la via del gol con anche quel pizzico di creatività che ai Mondiali sarà senz’altro necessaria per affrontare formazioni molto convinte dei propri mezzi come la Colombia, campionessa in carica.

Azione di gioco della Nazionale Femminile con il portiere Pasetto in uscita

Una giornata di Futsal dai mille volti, dato che a dirigere le partite sono stati arbitri internazionali, radunatisi nel week end a Lainate in occasione del Corso per Arbitri Europei organizzato dalla FIFS e diretto dall’esperto Alessandro Chinelli.

Una giornata, dunque, molto faticosa e intensa, che ha saputo dare importanti risposte agli allenatori e che ha fatto capire, in particolare alle Azzurre, dove resta da lavorare e concentrarsi in vista della partenza per Balaguer, che si fa sempre più imminente.

Avanti così #sorelledItalia!