Intervista ad Alessio Arezzi, allenatore del Lainate Futsal

L’ufficio comunicazione della Federazione italiana di football sala ha raccolto le impressioni dell’allenatore del Lainate Fustal Alessio Arezzi sulla partecipazione alla prossima XXVII Uefs Champions League 2017 di Rimini.

Ecco le sue risposte:

Prima partecipazione del Lainate Futsal alla Massima Competizione Continentale. Che cosà si prova?

Si prova quello che si prova ogni volta che si scende in campo, tanta emozione…Tanta voglia di far bene e di dare tutto. Ad oggi ho giocato una Campionato del Mondo in Cile, una Coppa Europa in Spagna ma non ho mai giocato un trofeo internazionale nel mio paese. Questa competizione richiede un grande sforzo sia mentale che fisico. Sono presenti tanti team di prestigio e bisogna onorare la manifestazione, abbiamo la possibilità di giocare in Italia e questo aumenta la pressione per i tre team italiani ma aumenta il prestigio del trofeo.

Quali sono le vostre aspettative per questa XXVII Edizione della UEFS Champions League?

Abbiamo diverse aspettative ma divise per step, sappiamo che il nostro girone è complicato, giocheremo con il Team Ticino e i campioni del Volga Saratov. Il nostro obiettivo è quello di accedere alla fase dei quarti ed onorare la nostra maglia. Ho la fortuna di avere ottimi giocatori in rosa, molti giovani ma caparbi e capaci, ragazzi che non temono nessuno quando scendono in campo.

Quali saranno secondo lei i protagonisti del Torneo e che ruolo giocherà il Lainate Futsal?

Beh ci saranno 12 protagonisti, questo è sicuro. Sono certo che la Ticinia Novara farà un grande percorso sportivo, conosco i suoi giocatori ed il loro mister sanno cosa fare e come farlo. Il Volga Saratov è la squadra da battere, sono forti e giocano bene. Tra queste due squadre inserirei anche il Torpedo Mami Moscow squadra quadrata dal gioco pressante e sostenuto…Direi che sarà una grande competizione e poi sono curioso di vedere il Rimini, loro avranno il supporto del pubblico, potrebbero essere la squadra rivelazione.

Pronostico sulla vincente.

No, non è nel mio stile. Se non vinciamo noi tiferò per il mio collega Mr. Del Giudice della Ticinia, ho giocato la finale nazionale contro di loro ed è stata una fantastica finale.

Non ci resta che augurare un in bocca al lupo a Mister Arezzi per la partecipazione alla Champions e darvi appuntamento alla prossima intervista.